Alcune persone non hanno problemi a conoscere gli altri. Potresti anche avere un amico come quello. Dieci minuti con qualcuno di nuovo e stanno chiacchierando come se si conoscessero da anni. Ma non tutti si divertono così tanto a connettersi con nuove persone. Quando cerchi di saperne di più su una nuova conoscenza, potresti essere tentato di scorrere un lungo elenco di domande. Anche se fare domande è sicuramente un buon punto di partenza, è solo una parte dell’equazione. Ecco uno sguardo a come conoscere qualcuno a un livello più profondo senza un sacco di chiacchiere.

Fai domande sincere

Ancora una volta, le domande servono a uno scopo quando impari a conoscere qualcuno. In effetti, probabilmente avresti difficoltà a comunicare senza fare domande.

Ma è importante assicurarti di porre domande a cui sei veramente interessato. Non sei un tipo da film? Non ti senti come se dovessi snocciolare il vecchio “Hai visto dei bei film ultimamente?”

Concentrati sulle domande che favoriscono una conversazione

Considera come ti sentiresti se qualcuno ti facesse molte domande che non sembrano avere molto scopo:

“Qual è il tuo secondo nome?”

“Hai animali domestici?”

“Qual è il tuo cibo preferito?”

Probabilmente ti sentiresti sopraffatto, o addirittura come se fossi inciampato in un’intervista per la quale non eri preparato.

Invece di fare domande casuali, lascia che la conversazione ti guidi e cerca spunti dall’altra persona. Ad esempio, se noti che un collega ha uno sfondo del desktop di cani, potresti dire: “Oh, che carino! Quelli sono i tuoi cani? “

Ricorda, non devi chiedere tutto ciò che ti viene in mente. Le persone rivelano naturalmente informazioni su sé stesse nel tempo.

Se continui a parlare con loro, probabilmente finirai per ottenere risposte anche a quelle domande che non hai posto.

Evita domande a risposta rapida

Dì che hai appena incontrato qualcuno che sembra davvero fantastico. Puoi sicuramente vederti diventare amico, forse anche qualcosa di più. Una volta che senti quella scintilla iniziale di interesse, vuoi saperne di più su di loro al più presto.

Ma snocciolare molte domande potrebbe non essere la mossa migliore. Certo, scoprirai i fatti chiave sulla persona, come dove è cresciuta e quanti fratelli ha. Ma una domanda ponderata potrebbe darti ancora più informazioni.

Ad esempio, se vuoi chiedere della famiglia, potresti dire: “Trascorri molto tempo con la tua famiglia?” Questo probabilmente ti darà una risposta migliore che chiedere semplicemente se hanno fratelli.

Accetta l’imbarazzo

Le persone spesso fanno domande rapide e superficiali quando avvertono una pausa nella conversazione. Ma questo imbarazzo iniziale è del tutto normale.

Uno studio del 2018 ha rilevato che di solito ci vuole circa un mese perché i modelli di conversazione si stabiliscano in un ritmo confortevole.

Nel frattempo, cerca di non lasciarti scoraggiare da eventuali momenti di silenzio o imbarazzo che potrebbero sorgere.

Se hai difficoltà a superare quei momenti imbarazzanti iniziali, Katherine Parker, LMFT, suggerisce di esercitarti con un amico fidato. Inizia con un apriscatole, come “Ehi, adoro quella toppa sulla tua borsa. L’hai progettato tu? ” ed esercitati a mantenere viva la conversazione.

Ascolta attivamente le loro risposte

Se sei veramente interessato a conoscere qualcuno, non puoi limitarti a fare domande. Devi anche prestare attenzione alle loro risposte. Puoi usare le capacità di ascolto attivo per mostrare a qualcuno che hai un sincero interesse per ciò che ha da dire. Ascolto attivo significa che partecipi alla conversazione anche quando non stai parlando.

Come farlo

Prova l’ascolto attivo:

stabilire un contatto visivo

voltarsi o sporgersi verso la persona che parla

annuire o emettere rumori di affermazione durante l’ascolto

aspettando di parlare fino alla fine

ribadendo o empatizzando con ciò che hanno detto (“Ti sei rotto il braccio due volte in un anno? Deve essere stato orribile, non posso immaginare.”)

Presta attenzione a come rispondono

Puoi imparare molto da come qualcuno risponde fisicamente a una domanda. Si sporgono per rispondere? Gestire o sembrare altrimenti animati mentre rispondono?

Se sembrano entusiasti, probabilmente sei arrivato a un buon argomento. Se girano il corpo o la testa dall’altra parte, scrollano di dosso la domanda o danno una breve risposta, potrebbero non avere molto interesse.

Imparare a riconoscere il livello di interesse di qualcuno può aiutarti ad avere più successo con la comunicazione. Qualcuno potrebbe avere meno interesse a parlare con te se pensa che continuerai a fare domande su cose che non gli interessano veramente.

Rimani presente

A volte ci sentiamo tutti distratti e sfocati. Questo può accadere anche quando stai facendo qualcosa di divertente, come parlare con qualcuno che ti interessa conoscere.

Ma la suddivisione in zone può sembrare disinteressata, soprattutto per qualcuno che non ti conosce bene.

Se senti la tua attenzione divagare, resisti all’impulso di prendere il tuo telefono o altrimenti controlla la conversazione. Invece, prenditi un momento consapevole e ricorda a te stesso cosa stai facendo e perché.

Se davvero non puoi dare la tua attenzione alla conversazione, sii onesto. Di ‘qualcosa del tipo: “Ho avuto una giornata difficile e voglio dare a questa conversazione un’attenzione migliore di quella di cui sono capace in questo momento”. Questo può aiutare l’altra persona a sentirsi apprezzata. Probabilmente rispetteranno anche la tua onestà.

Essere onesti

Potrebbe sembrare innocuo confondere un po’ la verità per relazionarsi con qualcuno.

Hai letto “The Hunger Games”, quindi sei entusiasta di quanto ami i romanzi distopici per giovani adulti. Oppure, forse vuoi unirti al gruppo di corsa del tuo simpatico collega, quindi menzioni casualmente di correre per cinque miglia ogni due mattine quando le tue scarpe sono state in fondo all’armadio per mesi.

Per quanto minori possano sembrare queste esagerazioni, lo sviluppo della fiducia è un passo importante per conoscere una persona. Quando viene fuori la verità (e di solito succede), potrebbero chiedersi cos’altro hai esagerato o se la tua intera amicizia è basata su una bugia.

Non è necessario che ti piacciano sempre le stesse cose per stabilire una connessione. Lascia che le aree di somiglianza vengano naturalmente. Se non lo fanno, puoi sempre presentarti a vicenda le cose che ti appassionano.

Parla di te

Le tue relazioni non dovrebbero essere unilaterali. Non avrai molta amicizia se anche l’altra persona non imparerà a conoscerti. Oltre a fare domande, prova a condividere cose su di te.

Puoi offrire dettagli personali in modo naturale nel corso di una conversazione, spesso rispondendo a ciò che qualcuno dice. Ad esempio: “Ti piace cucinare? È stupefacente. Non ho molta pazienza in cucina, ma mi piace fare i cocktail. “

Alcune persone potrebbero sentirsi a disagio se sanno molto poco di chi stanno parlando, quindi condividere cose su di te può aiutarle a sentirsi più a loro agio.

Puoi quindi riportare la conversazione all’altra persona con una domanda correlata, come “Hai insegnato a cucinare da solo?”

Secondo Parker, le persone che hanno difficoltà a connettersi con gli altri spesso hanno problemi a connettersi con sé stesse. Ti consiglia di sviluppare i tuoi hobby e interessi in modo da poter espandere le tue esperienze.

Mantieni i complimenti minimi e genuini

Lodare qualcuno potrebbe sembrare un buon modo per fargli piacere, ma non vuoi esagerare. Questo può essere scoraggiante, poiché spesso sembra poco sincero. Inoltre, spesso può mettere a disagio le persone.

Una buona regola pratica è rendere i complimenti significativi e sinceri. Un complimento sincero può aiutare ad avviare una conversazione che offre l’opportunità di conoscere meglio qualcuno.

Prestare attenzione quando si complimenta con l’aspetto. Anche se di solito non c’è nulla di male nell’ammirare un capo di abbigliamento o un gioiello unico, evita di fare commenti sull’aspetto o sulla taglia di qualcuno, anche se pensi di dire qualcosa di positivo.

Tieni inoltre presente che i commenti sull’aspetto non sono sempre appropriati sul posto di lavoro.

Evita di dare consigli

Se qualcuno che hai incontrato di recente inizia a parlarti di un problema con cui ha a che fare, la tua reazione istintiva potrebbe essere quella di offrire consigli. Ma è meglio ascoltare con empatia, a meno che non chiedano specificamente cosa ne pensi o cosa faresti nella stessa situazione.

Se vuoi davvero aiutare, dì “Sembra davvero difficile. Se ti serve qualcosa fammi sapere. Sono felice di aiutare se posso. “

In genere è meglio evitare anche di chiedere troppi consigli.

Forse vuoi mostrare all’altra persona che apprezzi i suoi pensieri e input. Ma chiedendo costantemente “Cosa ne pensi?” o “Cosa dovrei fare?” o anche “Pensi che abbia fatto la cosa giusta?” può mettere qualcuno sul posto per una risposta che potrebbe non sentirsi a proprio agio nel dare.

Evita di mandare SMS o messaggi di troppo

Inviare messaggi di testo potrebbe sembrare un buon modo per evitare l’imbarazzo iniziale che a volte arriva con la conoscenza di qualcuno. Ma cerca di non fare troppo affidamento su questo tipo di comunicazione, soprattutto nelle prime fasi. Se la distanza è un problema, considera la chat video.

Quando possibile, salva i messaggi di testo per pianificare o un rapido “Ehi, stavo pensando a te”. Puoi lasciare che l’altra persona ti guidi qui. Se entrambi vi piacciono gli SMS, provatelo.

Abbi solo cura di mantenere l’equilibrio. Ricorda che stai conversando, quindi cerca di evitare i muri di testo e dai all’altra persona la possibilità di rispondere. Salva conversazioni più intense per la comunicazione di persona per aiutarti a evitare problemi di comunicazione.

Evita di inviare molti messaggi prima di ricevere una risposta. Le persone si danno da fare e tornare a 12 messaggi dopo 1 giorno può sembrare opprimente.

Se qualcuno sta già prendendo spazio dai tuoi messaggi, inviarne altri non aiuterà la situazione.

Impegnati nella pianificazione

Quando si fanno progetti con qualcuno di nuovo, può essere d’aiuto usare le cose della conversazione o gli indizi nel loro ambiente.

Il caffè di solito è un’opzione facile, ma inventare un piano più personalizzato dimostra che hai prestato attenzione. Questo può aiutare qualcuno a sentirsi più a suo agio con te. Ad esempio, se entrambi avete cani, potreste suggerire di andare in un parco per cani.

L’uso di spunti di conversazione può anche aiutarti a sapere cosa evitare di suggerire. Ad esempio, non suggeriresti di incontrarti in un bar a qualcuno che ha menzionato di rimanere sobrio.

Potrebbe arrivare un momento in cui arrivi in ​​ritardo o devi annullare i tuoi programmi, ma cerca di non lasciare che ciò accada spesso. Arrivare in tempo e mantenere gli impegni dimostra che apprezzi il tempo dell’altra persona.

Non esercitare troppa pressione su argomenti sensibili

Alcune persone amano parlare di politica, religione, relazioni passate, relazioni attuali o qualsiasi altro argomento potenzialmente delicato. Altri no. Molte persone non si sentono a proprio agio a parlare di questi problemi finché non conoscono bene qualcuno.

Anche se ti piace entrare direttamente negli argomenti profondi e significativi, in genere è saggio prestare attenzione quando stai solo imparando a conoscere qualcuno.

“Allora, cosa pensi che accada quando moriamo?” potrebbe non essere l’argomento migliore la prima volta che ti incontri per un caffè. Risparmia quello per la chat notturna più intima che potresti avere qualche settimana o mese lungo la strada.

Va benissimo introdurre argomenti più delicati in modo generale, soprattutto se si preferisce sapere fin dall’inizio come si sente qualcuno su determinati argomenti.

Ma fai attenzione a come rispondono. Se danno risposte brevi, passa a un altro argomento. Se dicono semplicemente che preferirebbero non parlare di qualcosa, rispettalo e cambia argomento.

Pratica la vulnerabilità

Se vuoi conoscere qualcuno più intimamente, il tuo approccio non dovrebbe essere unilaterale. In altre parole, non puoi aspettarti che qualcuno condivida le informazioni personali se non sei disposto a fare lo stesso.

Di solito devi offrire un certo livello di vulnerabilità prima che qualcuno inizi a sentirsi a suo agio con te.

Questo non significa che devi aprirti subito su argomenti pesanti o seri. Ma nel tempo, potresti iniziare naturalmente a condividere più informazioni sulle cose che contano nella tua vita.

Va bene mantenere le cose informali e spensierate, se questo è il tipo di amicizia che stai cercando. Ma se vuoi che la tua nuova conoscenza si sviluppi in una stretta amicizia o addirittura in una storia d’amore, potresti non essere in grado di arrivarci senza diventare vulnerabile.

D’altra parte, assicurati di rispettare i loro confini. Se ti dicono che non vogliono parlare di qualcosa o sembrano voltare le spalle quando sollevi un determinato argomento, non insistere.

Dagli tempo

Possono essere necessarie più di 100 ore in un periodo di 3 mesi prima che si sviluppi un’amicizia.

Naturalmente, passare semplicemente del tempo con qualcuno non significa che formerai un’amicizia duratura, ma le tue possibilità di amicizia tendono ad aumentare quando trascorri più tempo con qualcuno.

È comprensibile voler avvicinarsi subito a qualcuno, ma lasciare che le cose si sviluppino naturalmente può avere risultati migliori che forzare un’amicizia.

Concentrati solo sul passare del tempo con la persona che vuoi conoscere e usa i suggerimenti sopra per far sì che quel tempo conti.

Tieni inoltre presente che le amicizie potrebbero non funzionare sempre. Proprio come alcune persone non sono compatibili come partner romantici, alcune persone non lo sono nemmeno come amici, e va bene così.

Se hai fatto uno sforzo ma non sembra che voi due facciate clic, è perfettamente accettabile smettere di estendere gli inviti e fare una conversazione educata quando li vedete a scuola, al lavoro o altrove. Lascia che ti contattino in seguito, se vogliono ancora stringere un’amicizia.

Potrebbero anche interessarti le seguenti letture:

  1. App per conoscere persone nel mondo
  2. Come conquistare un uomo in chat