/*gtm*/

Il partner ideale riesce a creare una situazione così accomodante da rendere tutto semplice, fino a farti sbloccare totalmente quando siete a letto insieme. Magari ci vorrà del tempo, ma il risultato sarà speciale.

Per sbloccarsi a letto ci vuole solo molta attenzione

Per sbloccarsi a letto ci vuole solo molta attenzione da parte del partner per rendere il susseguirsi degli eventi molto naturale. Non c’è da fare una distinzione tra sesso e affetto, vanno di pari passo, cerchiamo di dare una rapida collocazione alla situazione.

Sesso e affetto nella coppia rappresentano le due facce di una stessa medaglia, quando una tende a prevale l’altro tende a diminuire, un po’ come i piatti di una bilancia che, quando uno tende a salire, l’altro tende a scendere. Perché accade questo? Intanto accade questo perché sesso e affetto rispondono a due esigenze diverse, l’esigenza sessuale è un’esigenza prevalentemente istintiva, che spinge sul lato sessuale e anche l’esigenza emotiva è unita a quella sessuale, il desiderio spinge l’eccitazione sessuale, quindi si può dire che il lato sessuale è governato in parte dalla sfera emotiva, perché comunque le coccole posso dare emozioni, diverse rispetto a quelle erotiche, ma comunque sempre emozioni.

Le coccole e il letto

Quando una persona ci fa le coccole, quando noi facciamo le coccole ad una persona, in realtà stiamo dedicando delle energie nei confronti delle persone, stiamo dedicando delle attenzioni, e la parte logico razionale va alla ricerca di attenzioni, alla ricerca di stabilità, ci sono dei cicli naturali sia nell’uomo che nella donna, sia in funzione del tipo di relazione che si sta vivendo, in cui queste due quantità si compensano in modi diversi. Nella prima fase soprattutto per quanto riguarda il maschio, può essere prevalente una ricerca del sesso, cioè la sequenza maschile prevalentemente passa prima dall’affetto per arrivare al sesso, cioè tende a dare prima affetto per poi fare sesso; è per questo che le donne spesso si lamentano che dopo aver fatto sesso non ricevono affetto, perché l’uomo tendenzialmente lo dà prima, mentre la donna ha una  sequenza diversa, parte dal sesso per arrivare all’affetto per cui si aspetta effetto dopo.

Quindi c’è già una differenza temporale, inoltre ci sono anche altre differenze, che invece sono proprio nel periodo di vita della coppia perché nella fase iniziale si tende a vivere più una vita romantica, fatta di emozioni e sesso, e nella seconda parte della vita della coppia si tende più a vivere un sodalizio d’amore, cioè il fatto del rispetto e dell’intimità, di coccole fondamentalmente, in modo logico razionale, quindi di sostegno reciproco.

All’interno della coppia è importante modularsi

Però all’interno della coppia è importante modularsi, se vogliamo avere un riscontro dalla controparte di supporto dobbiamo tenere presente queste varianti e dobbiamo tenere presente che se riusciamo a soddisfare in qualche modo il desiderio della persona andremo a consolidare maggiormente il rapporto di coppia, quindi per i maschi imparare a modificare un po’ la sequenza di erogazione di sesso e d’affetto e per le femmine importante e di conto che le coccole ricevute dopo il sesso non necessariamente significano amore assoluto, potrebbe darsi che sia una sua esigenza fisiologica, potrebbe essere comunque coinvolto, sono altri i fattori che ci dicono se la persona sia legata a noi, questi fattori sono da ricercarsi nella comunicazione non verbale e in altri messaggi.

Sebbene possa sembrare incredibile, in questa nostra epoca di spudorata disinvoltura, la dimensione amorosa può suscitare ancora clamore e questo accade perché l’innamoramento con le sue passioni chiama in causa il corpo ancor prima dello spirito, e di conseguenza suscita il nostro più intenso turbamento.

Una delle caratteristiche più significative dell’esperienza amorosa è la sensazione di venire letteralmente travolti dalla passione, che la sola vista della persona amata suscita in noi; l’amante non può che capitolare dinanzi allo sguardo dell’altro, nei suoi occhi vede sé stesso e in quella luce trova tutto quello che ha sempre cercato.

L’eros a letto

L’incontro con Eros nel fortuito momento in cui avviene è dirompente e destabilizzante, all’improvviso si perde la nozione di tempo e dello spazio, sentiamo di essere proiettati in un’altra dimensione dove non esistono più i nostri abituali punti di riferimento, e dove è necessario reinventare noi stessi e trasformarci radicalmente, e questa metamorfosi è inevitabile perché il sentimento che la genera è troppo forte e troppo intenso, quindi possiamo dire che è violento. Talvolta proviamo a difenderci da questa irruenza mediante la fuga e tendiamo a giustificare il nostro comportamento attraverso la razionalità, tuttavia sebbene la voce della ragione sia persistente, quella del sentimento è molto più forte e ci costringe a prestarle ascolto., questo crea talvolta delle situazioni che ci bloccano, non solo emotivamente, ma anche a letto.

Così sentiamo che dobbiamo arrenderci e dobbiamo lasciarci catturare dall’altra persona, perché sentiamo che il sentimento è più forte della razionalità e della volontà, è più forte dei consigli degli amici e degli ammonimenti delle persone vicine, il nostro investimento amoroso ci spinge in un’unica direzione, ci guida verso l’altro in maniera ossessiva. Avanziamo incontrollati come in una sorta di trans, siamo in uno stato di trans, e ci rendiamo conto di quello che stiamo facendo, ma non ne comprendiamo la ragione siamo nelle mani dell’altro, siamo un suo potere, proprio come se ci avesse ipnotizzati per suggerirci le emozioni da provare e i comportamenti da adottare; in questo stato ipnotico è l’eros a condurre il gioco e a dettare le regole, a decidere per noi, e quindi non è più possibile il libero arbitrio senza un’ adesione incondizionata a colui che amiamo.

Accanto alla persona amata troviamo un rassicurante senso di benessere, come se finalmente quello che abbiamo ricercato da tanto tempo fosse inspiegabilmente a nostra disposizione, in fondo è questo il magico potere dell’amore, ossia la sua capacità di colmare le lacune della nostra anima e risanare le antiche ferite. Pertanto, anche se violento e tumultuoso, l’eros rappresenta un elemento trasformatore, perché ci rende completi e integri, ma per quanto risulti vivificante e riparatorio, l’amore continua ad essere giudicato un tema scabroso, proprio perché come abbiamo detto chiama in causa la nostra corporeità e, per quanto possa sembrare strano a noi disinibiti e disinvolti protagonisti del 2020, il corpo è ancora in grado di suscitare imbarazzo sdegno e paura.

L’intenso turbamento che l’amato suscita nell’amante pervade tutta la fisicità, coinvolge i sensi, e quindi fa palpitare. Qualsiasi situazione che possegga la prerogativa di innescare una reazione a catena di questo tipo viene giudicata scabrosa ma, è proprio di questa scabrosità che la dimensione amorosa si nutre, perché si nutre dei nostri batticuori, dei brividi, dei sospiri che ogni gesto dell’altro suscita in noi, ed ecco la motivazione che spesso blocca una persona nell’ambito del sesso e del letto.

Ecco perché amare può essere così stancante, ecco perché assorbe tante energie e talvolta ci fa sentire deboli e difesi, mettersi nelle mani degli altri può provocare grandi sofferenze, ma forse nel caso dell’amore ne vale la pena; quando ci rendiamo conto che la nostra felicità e il nostro benessere psicofisico sono del tutto dipendenti dalla presenza dell’altro e quindi dal suo abbraccio, allora è normale avere paura, perché ci sentiamo disarmati, tuttavia questa paura è necessaria e utile perché attiva le nostre migliori energie e ci obbliga ad affinare le armi, quindi ad aguzzare l’ingegno e a trasformare noi stessi per adeguarci alle circostanze, ma poiché la potenza dell’amore è data soprattutto da un energia trasformatrice a cui non è possibile opporre resistenza, la soluzione migliore per vivere pienamente la forza di generatrice dell’Eros è quella di arrendersi.

Potrebbero anche interessarti le seguenti letture:

  1. Incontriamoci ct
  2. Single ma non troppo English